Poesie

Un giorno vestita da sposa
col piede verginale afflitto da mille speranze
partii per un viaggio incredibile
in cerca del principe destino.
Ero così felice del vento di primavera
che non mi accorsi nemmeno
che era già inverno.
L’inverno è l’odio del cuore
Che abita nel cuore degli uomini.
Io avevo sognato un popolo di donne
Che s’immolava al signore
Per cantare di gioia,
ma mi trovai muta di tutto
e l’abito da sposa,
la grande speranza di Dio andò perduta.

Alda Merini


La notte sostiene la casa,
le imposte sono chiuse
e così la porta,
s’intravede
il sentiero della solitudine,
nessun cartello indicatore,
conosco la strada
per averla seguita
senza voltarmi,
il cuore assente,
il passo sicuro.
Il silenzio piove,
sono bagnato,
respiro l’assenza.
La luce è spenta
sulla punta del molo,
la terra a un tratto
È più pesante.

Arturo Schwarz